TILTWATCH E SHOCKWATCH 2, QUESTI SCONOSCIUTI

In movimento ma non troppo: come verificare le condizioni di trasporto dei vostri prodotti

Quando si ha a che fare con articoli particolarmente delicati il trasporto è un momento cruciale e spesso non è sufficiente l’uso di imballaggi appropriati: in questi casi il consiglio che vi diamo qui in Mattolini è di munire i vostri colli di indicatori di urto e di ribaltamento o, come dicono gli addetti ai lavori, di shockwatch 2 e tiltwatch.

Di cosa si tratta? I nomi forse evocano assurdi e complicati marchingegni, ma in realtà si tratta di piccoli espedienti che risolvono in maniera elementare ed economica il problema del monitoraggio della merce durante il trasporto. Come spesso accade, infatti, sono proprio le cose semplici quelle più efficaci ed è sulla base di questo principio che funzionano anche gli indicatori di urto e di ribaltamento. In entrambi i casi, infatti, stiamo parlando di etichette adesive da applicare all’esterno dei colli e che per la loro specifica conformazione forniscono in maniera immediata al cliente le informazioni essenziali in merito al “trattamento” della merce nel corso della sua movimentazione.

Per andare nel dettaglio, lo shockwatch 2 o indicatore di urto, rileva e registra gli urti e l’errata movimentazione durante il trasporto di prodotti fragili, sensibili o tarati. Sono dispositivi di monitoraggio monouso con al centro un’area di segnalazione che inquadra una fialetta di reagente; se il collo viene urtato il liquido si attiva diventando rosso. In questo modo chi riceve la merce ha modo di constatare immediatamente, ad esempio, se il collo è caduto e quindi se il contenuto può essersi danneggiato in maniera irreparabile. Esistono shockwatch 2 di sette colori diversi, ciascuno dei quali contraddistingue un differente livello di sensibilità agli urti. Grazie al numero seriale univoco, è facilmente tracciabile.

 

GUIDA ALLA SCELTA

 

Il tiltwatch, o indicatore di ribaltamento, funziona con lo stesso principio dello shockwatch 2, ma in questo caso il reagente si attiva tingendosi di rosso se il collo viene sottoposto a un’inclinazione maggiore di 80° (ma non – è il caso di specificarlo – con i normali movimenti da carico, scarico e decollo).

Con che tipo di merce in particolare se ne raccomanda l’utilizzo? Sicuramente quando si ha a che fare con il trasporto di attrezzature tecnologiche e componenti elettronici, con prodotti in vetro e attrezzatura da laboratorio, ma anche batterie, contenitori di liquidi infiammabili o pericolosi, hard disk e apparecchiature per la telecomunicazione. Gli indicatori di urto e ribaltamento sono economici e non determinano un aggravio di spese per il produttore, ma sicuramente contribuiscono a diminuire il costo dei danni di spedizione che, vista la velocità e la frequenza con cui oggi viaggiano le merci, rappresentano una voce sempre più pesante nei bilanci di un’azienda.

Non solo: gli shockwatch 2 e i tiltwatch sono in genere riconosciuti dai principali enti di certificazione e quelli di Mattolini non fanno eccezione. Utilizzarli per le vostre spedizioni rappresenta un valore aggiunto alla qualità dei prodotti della vostra azienda. Insomma, come ottenere il massimo risultato con il minimo investimento.

Per concludere: se è pur vero che l’economia va fatta girare… non per questo devono essere capovolti anche i vostri imballaggi! Gli shockwatch 2 e i tiltwatch di Mattolini sono i migliori alleati per monitorare i movimenti della vostra merce.

In altre parole: date una scossa al vostro business, ma non alle vostre spedizioni!